Nuovi partenariati strategici per la valorizzazione dei territori

PUBBLICATO IN DATA

2 Agosto 2022

NUMERO DI LETTORI

137

Scuola di turismo rurale

NOTIZIE PER CATEGORIE

eBook "Piccole Patrie"

Profili professionali

Board nazionale degli Itinerari, delle Rotte, dei Cammini e delle Ciclovie
CONDIVIDI

Tra le numerose anomalie di questo tempo solo apparentemente immoto, il mese di agosto si preannuncia molto impegnativo fin dalle prime ore, con tante misure aperte, opportunità per i territori e per le destinazioni turistiche, in tutti i settori di impegno di SIMTUR e del suo partenariato stabile.  Che continua a crescere…

Già dal 5 luglio, quando in Gazzetta Ufficiale è apparso l’avviso pubblico “Green Communities” con scadenza il 16 agosto si poteva comprendere che questo periodo dell’anno non consentiva di immaginare lunghe vacanze. Quasi contemporaneamente sono apparsi altri due importanti opportunità, con scadenze a settembre:

  • la call europea per i partenariati tra città ecologiche e per il turismo sostenibile
  • l’avviso pubblico del Ministero del Turismo per la valorizzazione turistica delle località di montagna

Anche per questo motivo, SIMTUR ha inteso proseguire nella strategia di ampliamento del proprio partenariato stabile con tre nuove intese.

L’Associazione Italiana Turismo enogastronomico (AITE)

L’enogastronomia, nella sua più ampia accezione di esperienza culturale, è entrata con forza tra i trend del turismo. Numerosi sono gli studi a livello internazionale che confermano l’ascesa di questo segmento e la medesima situazione si riscontra nel panorama italiano. 825 prodotti agroalimentari e vitivinicoli ad Indicazione Geografica, 5.155 Prodotti Agroalimentari Tradizionali, 5 beni enogastronomici inseriti nella lista del patrimonio tangibile e intangibile dell’UNESCO, 3 città creative UNESCO dell’enogastronomia, 337.172 imprese di ristorazione, 976 ristoranti di eccellenza, 23.615 agriturismi che offrono servizi di alloggio, ristorazione e altre proposte turistiche, 117 musei legati al gusto, 173 Strade del Vino e dei Sapori.
A ciò si aggiungono una molteplicità di esperienze a tema, quali visite e degustazioni nelle cantine, nei birrifici e nei frantoi, sagre e feste enogastronomiche, esperienze di social eating e cooking class che trovano sempre maggiore spazio nell’offerta degli intermediari tradizionali e online.

Un’offerta consistente in termini numerici che riflette la ricchezza e la varietà del patrimonio eno-gastro-turistico italiano, da Nord a Sud, nelle maggiori città così come nei luoghi periferici. Proprio in quest’ottica, AITE nasce con l’intenzione di porsi come punto di riferimento nel panorama nazionale per la ricerca nel campo e l’organizzazione di iniziative connesse a questo segmento turistico:

  • stimolare la ricerca, l’approfondimento e l’innovazione nel settore del turismo enogastronomico;
  • diffondere la conoscenza sul turismo enogastronomico e sensibilizzare gli operatori nell’ambito food and wine ad aprirsi al settore;
  • ampliare la conoscenza della cultura agricola, culinaria e turistica in genere;
  • promuovere e organizzare occasioni d’incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile;
  • valorizzare la cultura e la conoscenza di quei territori che rispettano e tramandano i valori dell’alimento;
  • far crescere nuovi professionisti del settore, attraverso la promozione di tirocini e borse di studio.

Una sinergia diventa straordinariamente importante per SIMTUR, nella direzione di affermare e realizzare il “terzo pilastro del turismo italiano“: il turismo rurale,


La Rete d’Imprese Final Furlong

Final Furlong è una rete d’imprese che opera nella realizzazione di iniziative ed eventi rivolti all’universo Ippico ed Equestre supportati da una comunicazione innovativa e integrata: la sua mission è quella di porre il cavallo e il suo benessere al centro del proprio campo d’azione sostenendo e valorizzando allo stesso tempo i temi legati alla sostenibilità ambientale.

  • è attiva nella messa a sistema delle varie realtà di cui si compone il comparto settoriale equestre unitamente alle sue diverse specialità e discipline. Crea e gestisce attività e iniziative di marketing e comunicazione finalizzate alla promozione dei territori e delle loro economie rurali anche attraverso l’implementazione di nuove forme di turismo esperienziale lungo itinerari culturali e religiosi;
  • mantiene una serie di relazione privilegiate che, oltre a Fise, Federippodromi, Unione Ippica del Mediterraneo, Fieracavalli, Confederazione Internazionale Anglo Arabo, Università Roma Tre, Unpli Veneto, la fanno dialogare ed operare a livello internazionale con il mondo organizzativo di eventi che riguardano il Cavallo ed i settori ad esso facenti riferimento in tutte le sue declinazioni;
  • ha ideato e progettato un format/evento denominato “Horse Green Experience“, riconosciuto per il secondo anno consecutivo Partner Event della EU Green Week (evento chiave del calendario di politica ambientale dell’Unione Europea) per le tematiche innovative espresse in linea con gli obiettivi del Green Deal Europeo. Horse Green Experience prevede vari eventi vetrina nel corso dell’anno, programmati su tutto il territorio nazionale;

Le iniziative progettate si svolgono in vari luoghi simbolo dei territori, a cominciare dagli ippodromi, dai parchi e dalle dimore storiche, intesi come i grandi teatri all’aperto delle città, e vengono condotte aggregando Università, Centri di ricerca, Associazioni nazionali e internazionali, Enti, Amministrazioni locali e PMI: un ricco palinsesto che va concretizzando il Manifesto “Horse Green Experience” che, grazie al coinvolgimento del cavallo, vuole promuovere e sostenere i principi utili a migliorare la qualità della vita dei cittadini nella tutela dell’ambiente quali: valorizzazione del patrimonio naturale, turistico, sportivo e culturale dei territori; incentivazione allo sviluppo delle strategie del Green Deal Europeo; sviluppo del turismo esperienziale e sostenibile.

Le connessioni profonde con la missione di SIMTUR, anche in questo caso, sono del tutto evidenti. Così anche il beneficio che azioni e progetti potranno consegnare ai territori, con azioni di affiancamento, assistenza e formazione sempre più qualificate e specializzate.


Prossima Democrazia

L’Associazione Prossima Democrazia si occupa di promuovere, attraverso attività di divulgazione, formazione e ricerca dedicate, la cultura dell’innovazione democratica e della partecipazione deliberativa basata su campioni di cittadini estratti a sorte e rappresentativi della società, adeguatamente informati, ai diversi livelli di governo.

Sviluppa progetti di studio, ricerca, valutazione, anche in collaborazione con soggetti terzi, nel campo della partecipazione pubblica di cittadini e cittadine ai processi decisionali pubblici, in particolare diretti a:

  • realizzare progetti di partecipazione deliberativa, sia autonomamente sia per conto di soggetti terzi, disegnando la loro architettura, gestendo i processi organizzativi necessari e coordinando risorse interne ed esterne per la loro implementazione;
  • sviluppare progetti di studio, ricerca, valutazione, anche in collaborazione con soggetti terzi, nel campo della partecipazione deliberativa e più in generale della partecipazione di cittadini e cittadine ai processi decisionali pubblici;
  • svolgere altre attività conness o affine a quelle sopraelencate, compresa quella di ricerca di finanziamenti pubblici o privati e compiere, sempre nel rispetto della normativa di riferimento, ogni atto o operazione contrattuale necessaria o utile alla realizzazione diretta o indiretta degli scopi istituzionali.

Le competenze, le tecniche e i modelli di Prossima Democrazia troveranno ampio spazio nell’ambito del programma nazionale «piccole patrie», ma anche in tutte le altre attività SIMTUR che contribuiscono a definire i profili professionali Mobiplan e Educult.


«Siamo particolarmente lieti di aver sottoscritto intese con realtà così autorevoli, competenti, attive, propositive e visionarie», ha commentato brevemente il presidente Federico Massimo Ceschin.

Condividi con amici e follower...

SEMPRE INFORMATA/O!

Per rimanere aggiornata/o sulle novità di SIMTUR (eventi, progetti, attività, notizie dai territori), non dimenticare di seguire la pagina Facebook.
Il bottone “Mi piace” è importante ma non più sufficiente: è necessario cliccare sui 3 puntini e spuntare la voce “Segui“.

Segui SIMTUR su Facebook

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

E’ sufficiente inserire l’indirizzo e-mail nell’apposito modulo e accettare la privacy policy per iniziare a ricevere la newsletter di SIMTUR.
Se ti fa piacere, puoi anche iscriverti al canale Telegram. È gratis e puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento, senza impegno…

notizie connesse…