Menu
Loading...
Mobilità pulita2021-04-10T12:56:34+02:00

La mobilità è evoluzione

Dalla notte dei tempi, la mobilità ha consentito all’umanità di scoprire, di confrontarsi, di conoscere, di apprendere e di evolvere. Ancora oggi è l’attività umana maggiormente orientata al futuro.

  • è libertà – crea indipendenza e, insieme, interdipendenza

  • è ricerca – muove i passi verso le prossime generazioni

  • è sviluppo – genera connessioni che creano valore

Nella società post-industriale, la mobilità crea connessioni tra i luoghi, tra i territori, tra le comunità locali e tra le persone, contribuendo a farci sentire parte integrante di società in continuo e repentino mutamento.

ricerca

Ricerca

La mobilità di persone, merci, dati e informazioni è il più straordinario veicolo di evoluzione degli individui e delle società. E stimola una costante ricerca di soluzioni con la minore impronta ecologica.

Scoperta

Chi viaggia è curioso per natura: ha sempre voglia di apprendere, di incontrare, di creare nuove connessioni con i luoghi, con la natura, con le culture differenti e con le comunità locali. Per questo sono necessarie responsabilità e sostenibilità.

Secondo la Corte dei conti europea, negli ultimi anni il volume di trasporto merci nella UE (su strada, rotaia e per vie navigabili interne) si è stabilizzato attorno ai 2300 miliardi di tonnellate/km all’anno, causa di circa un terzo del consumo energetico e delle emissioni totali di anidride carbonica nell’UE.
Il dato è estremamente significativo, in special modo trovandoci in presenza di un quadro dei trasporti sbilanciato in maniera preoccupante nella direzione del trasporto su strada: nonostante il trasporto ferroviario produca emissioni di CO2 3,5 volte inferiori per tonnellata/km rispetto a quelle prodotte dal trasporto su gomma, la quota percentuale dei volumi veicolati per via stradale si continua ad attestare al 75,4% del totale, contro il 17,8% di quello ferroviario.

140

AEREO
grammi CO2 per km

118

AUTO
grammi CO2 per km

44

TRENO
grammi CO2 per km

12

BICICLETTA
grammi CO2 per km

La proposta SIMTUR di una mobilità dolce e pulita non si traduce soltanto nella riduzione dell’impronta ecologica verso un possibile “impatto zero” – con trasporti non motorizzati che fanno ricorso alla forza umana (a piedi, in bicicletta, a remi, a vela…) o con altre energie naturali o rinnovabili – ma come forma di mobilità che viaggia alla velocità dell’utente più debole e più fragile, in sintonia con i luoghi e con l’ambiente, come leva di innovazione sociale.

blog & podcast

Notizie e aggiornamenti dal mobility blog di SIMTUR

  • Scuole educazione cavalli

Educazione, cura e gestione a terra del cavallo

A Siena (dove altro?) un nuovo corso di studi pensato per studenti dell’istituto Agrario che mira a far conoscere i mestieri legati al settore dell'ippica: “Educazione, cura e gestione a terra del cavallo”. “Non è [...]

  • Maranello

Marketing territoriale: da Maranello alla via Emilia

A Maranello, in Emilia Romagna, altra straordinaria tappa dei Camp: da lunedì 3 a mercoledì 5 ottobre, tre giornate dedicate al marketing territoriale e alla valorizzazione di brand turistici. Saremo nella terra della velocità, accompagnati [...]

  • Rice experience

Turismo enogastronomico: un Camp in Baraggia

Nella Baraggia, in Piemonte, altra straordinaria tappa dei Camp: da venerdì 14 a domenica 16 ottobre, tre giornate dedicate alla generazione di esperienze di turismo enogastronomico. Siamo nel cuore della "rice experience" tra risaie e [...]

Scopri le altre news

a scuola di futuro

Scopri i corsi, le masterclass e le scuole estive di SIMTUR e dei suoi partner straordinari!

movability

Titolo

Torna in cima