Earth Overshoot Day

Piccole Patrie: dalle esperienze di comunità, la mappa delle meraviglie e degli itinerari che ridisegnano le geografie turistichedel Bel Paese

Adriano Olivetti è il grande imprenditore che nel secondo dopoguerra ha immaginato la fabbrica non solo per dispensare profitti ma anche cultura e servizi, come cuore della comunità che realizza un’autentica e concreta condivisione. Attorno a questo concetto si annodano le «piccole patrie»: una rete di molecole territoriali ricche di identità che convergono gradualmente in forme innovative di organizzazione dell’accoglienza e dell’ospitalità italiana.

Un progetto ideato da SIMTUR e prodotto da ACT Travel,che ha trovato casa sulla piattaforma SharryLand,nata per mappare il nostro immenso patrimonio culturale diffuso,generando strumenti di rete per far incontrare chi cerca e chi offre esperienze e meraviglie negli ampi e plurali territori del Bel Paese.

Noi, piccole patrie

#piccolepatrie

#piccolepatrie

L’attributo che individua una località o un territorio come «piccola patria» è la peculiare fisionomia culturale, ovvero il sentirsi comunità: un sentimento divenuto forte in risposta alle dinamiche perverse della globalizzazione, che potrebbe anche diventareuno degli anticorpi contro i virus e le pandemie.Una comunità coesa, che impara a nutrirsidel genius loci, è anche una comunità generosa, accessibile e ospitale.

Turismo 5.0

Ci piace pensare sia un turismo 5.0: cogliere la sfida epocale di un ridisegno dei processi organizzativi dell’offerta territoriale attraverso la creazionedi ecosistemi integrati di servizi ed esperienzeche ci aiutino a proiettare il Paese verso forme di turismo circolare.

Minori e minuscole

Quali e quante potrebbero essere le «piccole patrie» nel nostro Bel Paese? SIMTUR, Sharryland e ACT Travelstanno generando una nuova mappa,ripartendo semplicemente dalle geografie “minori”e dalla prossimità che un tempo ci insegnavano alle scuole elementari: montagne, valli, laghi, fiumi, isole e lagune… e infinite storie con la “s” minuscola.

Diventa fiduciario

La figura del fiduciario è fondamentale per individuare le potenzialità locali in un quadro di conformità con il progetto nazionale, sulla base di una reale affinità elettiva. Diventa associato SIMTUR, mappa le meraviglie, acquisisci competenze con i corsi dedicati, apprendi le tecniche di travel design, inizia a collaborare con i tour operator, entra in connessione con altri fiduciari e trasforma la tua passione in professione!

Per essere parte del cambiamento non è necessario essere eroi.

SIMTUR è un ecosistema nazionale di appassionati e professionisti: persone comuni ma determinate. Unisciti a noi.

Porta il tuo contributo, condividi le tue idee, attivati e diventa subito protagonista.