Turismo rurale ed enogastronomico

Turismo rurale
e nelle aree interne

Non solo balneare e città d’arte. Per qualità della vita e varietà di proposte, l’Italia può considerarsi un riferimento per l’ospitalità rurale, combinando fascino, prodotti fatti in casa a chilometri zero e genuinità di luoghi e persone, anche e soprattutto nelle aree interne.

Per i viaggiatori che cercano esperienze autentiche, i fattori determinanti sono l’estraneità ai flussi turistici di massa, la sensazione di essere coccolati, la disponibilità di buon cibo cucinato in casa e accompagnato da ottimo vino, combinato con le pressoché infinite possibilità di vivere attività all’aria aperta.

TURISMO RURALE: TERZO PILASTRO DELLA DESTINAZIONE ITALIA

L’Italia di provincia, considerata «minore», è un’enorme riserva di valore per residenti e viaggiatori

scuola di turismo rurale
Ripartire dalla dimensione dolce di provincia

Lavoriamo assieme per generare la terza grande offerta turistica del Bel Paese?

Dopo i lockdown e le restrizioni, il trend va nella direzione di esperienze più complete, più autentiche, più vicine alla realtà dei territori. Lo stile di vita italiano di provincia è diventato un paradigma del viaggio, con forme di turismo attivo e pacchetti che comprendono l’opportunità di toccare veramente con mano gli aspetti salienti del “made in Italy“, con visite ad artigiani locali, esperienze in natura, borghi e tutto il settore che ruota intorno alla ristorazione e all’agroalimentare. Non è una sorpresa: pranzi, cene, colazioni all’italiana, degustazioni di prodotti genuini e fatti in casa, delle tante tipologie di vino DOC e DOCG, delle centinaia di specialità locali sono in cima alla lista dei desideri per un viaggio da sogno.

In particolare, la più recente ricerca Isnart / Unioncamere conferma che il 94% dei turisti è attento alle opzioni di viaggio sostenibili, con il 40% intenzionato ad esplorare destinazioni poco conosciute, assetato di riscoperta e senso di appartenenza.
Si tratta di un turismo “nuovo” e in rapida evoluzione, anche perché la metà dei viaggiatori appartiene alle generazioni Y e Z, fortemente orientate dalle tecnologie e dalla comunicazione digitale. Nel complesso, una domanda di qualità che l’entroterra italiano ha tutte le carte in regola per soddisfare, a fronte della quale però rimangono numerosi ostacoli da superare.

La verità è che l’Italia continua a competere nei mercati internazionali con 2 soli prodotti turistici consolidati: il segmento balneare e le città d’arte.
Per decenni l’Italia di provincia è diventata sinonimo di “minore”. Le matrici rurali sono state abbandonate perché colpevoli di ricordarci tempi di sacrificio, di duro lavoro, di costanza nell’impegno, di ritmi lenti e sempre meno allineati alle esigenze della modernità e della globalizzazione.

Si rende oltremodo necessario realizzare una “filiera corta dell’accoglienza” che riparta dalle politiche di destinazione, dagli strumenti di informazione, da nuovi standard di ospitalità, da produzioni agricole e servizi di ristorazione finalmente integrati, da arti e artigianalità che rappresentano un immenso valore aggiunto per il sistema Italia, nel suo insieme, che già può vantare una scelta pressoché infinita di esperienze autentiche e paesaggi, dai ghiacciai delle Alpi alle spiagge del Mediterraneo, passando per l’Appennino e le dolci colline delle aree interne (senza pensare alla varietà di malghe, fattorie, masserie, bagli, pagliai, trulli, agriturismi, aziende agricole, cantine, frantoi…).

scopri il manifesto del turismo rurale

turismo rurale - manifesto

Borghi e piccole patrie

Borghi e «piccole patrie»

Sistemi integrati di offerte territoriali per ripartire dalle esperienze di comunità

Scuola di turismo rurale

Scuola di turismo rurale

Sviluppare turismo nella ruralità: modelli e buone pratiche

BioSlow - un patto a favore della bellezza e della felicità

Manifesto BioSlow

Sottoscrivi il patto a favore della bellezza e della felicità. E scopri i biodistretti regionali…

turismability

Competenze che abilitano il turismo

Scopri l’offerta formativa
SIMTUR camp

L’alta formazione su misura dei territori

Scopri il più vicino a te

in collaborazione con

Accademia Creativa Turismo

Formazione professionale sul turismo sostenibile dal 2005

Accademia Creativa Turismo

Sharryland

La mappa delle meraviglie del patrimonio diffuso

Sharryland

Act travel

Tour operating e coordinamento agenzie di viaggio

ACT Travel

Notizie dall’area turismo

Buone pratiche e modelli di turismo sostenibile

  • Piccole Patrie
    Novembre 23, 2022
  • Piccole Patrie
    Novembre 14, 2022
  • Piccole Patrie
    Novembre 3, 2022