Digitalizzazione del patrimonio diffuso

Digitalizzazione
del patrimonio diffuso
(e delle esperienze)

Lo sviluppo tecnologico e l’emergenza pandemica hanno sospinto con grande accelerazione l’era digitale in avanti di un quarto di secolo: il numero di servizi e di transazioni online, improvvisamente più accessibili, è aumentato presso tutte le platee di fruitori.

Nel turismo, occorre considerare che almeno il 50% dei viaggiatori appartiene alla generazione dei “millenials, nativi digitali. Ciò richiede innovative politiche di destinazione che abbandonino i metodi tradizionali di promozione e favoriscano l’interazione, l’intrattenimento, lo svago e… il divertimento.

RIDISEGNARE LE GEOGRAFIE DEL TURISMO

Migliaia di campanili colorati, di identità custodite gelosamente, di esperienze di comunità…

Scopri le «piccole patrie»!
Digitalizzazione del patrimonio diffuso

Territori, mappe digitali, cultura di rete e mercati

L’esperienza delle «piccole patrie» ha consentito a SIMTUR di raccogliere la sfida della transizione digitale, integrandola con le precedenti affermate azioni di tutela e conservazione dell’ambiente e di valorizzazione del patrimonio diffuso.
Strada facendo è nata un’alleanza con le persone che, contemporaneamente, davano vita al progetto Sharryland, la “mappa delle meraviglie dell’Italia da scoprire“: rete sociale, motore di ricerca, social marketplace con strumenti di community, web e app. Una risposta sistemica, etica e già operativa, per una nuova economia fondata sulla bellezza, la sostenibilità e l’agire in rete.

Insieme, abbiamo ascoltato il desiderio delle comunità locali di ripartire dalla propria identità, di narrare le straordinarie eccellenze e di sovvertire un destino che sembrava aver segnato per sempre alcune località come componenti marginali della cosiddetta “Italia minore“.
Contemporaneamente, abbiamo studiato i mercati e i trend della domanda di viaggio e di esperienza, scoprendone le evoluzioni nella direzione di un turismo più responsabile, più sostenibile e maggiormente incline ad entrare in relazione con luoghi e persone.
Per questo è maturata l’adesione alla più ampia iniziativa “Repubblica Digitale” promossa dal Ministero dell’Innovazione tecnologica, che ha consentito di avviare un confronto con le migliori pratiche europee della “European Digital skills and jobs coalition“.
E infine abbiamo sentito l’esigenza di aggiornare le competenze digitali e di aumentare l’accessibilità a nuovi servizi attraverso profili professionali innovativi, rafforzando la partnership con Accademia Creativa Turismo.

Se viaggiatori e visitatori desiderano vivere il territorio «like a local», le destinazioni turistiche hanno l’obbligo di evolvere, innovando, integrando e digitalizzando l’offerta di soggiorno, intrattenimento, svago e divertimento che il territorio può offrire, in sintonia con le vocazioni locali.
Le mappe e le destinazioni digitali diventano un potente volano per forme di sviluppo aperte, collaborative e inclusive, capaci di creare opportunità e valore per tutti.

DESTINAZIONE TURISMO

Scuola di turismo rurale
Master Borghi
turismability

Competenze che abilitano il turismo

Scopri l’offerta formativa
SIMTUR camp

L’alta formazione su misura dei territori

Scopri il più vicino a te

in collaborazione con

Accademia Creativa Turismo

Formazione professionale sul turismo sostenibile dal 2005

Accademia Creativa Turismo

Sharryland

La mappa delle meraviglie del patrimonio diffuso

Sharryland

Act travel

Tour operating e coordinamento agenzie di viaggio

ACT Travel

Notizie dall’area turismo

Buone pratiche dai territori e dagli associati SIMTUR

  • Piccole Patrie
    Novembre 23, 2022
  • Piccole Patrie
    Novembre 14, 2022
  • Piccole Patrie
    Novembre 3, 2022