Via Sacra Etrusca

PUBBLICATO IN DATA

17 Ottobre 2019

NUMERO DI LETTORI

66

Scuola di turismo rurale

NOTIZIE PER CATEGORIE

eBook "Piccole Patrie"

Profili professionali

Board nazionale degli Itinerari, delle Rotte, dei Cammini e delle Ciclovie
CONDIVIDI

Il progetto di turismo lento e sostenibile Via “Sacra” Etrusca prevede di studiare e mettere in opera un percorso escursionistico/culturale che permetta, alle diverse categorie turistiche (camminatori, ciclisti, appassionati di attività outdoor) di poter visitare (senza tuttavia mai interferire o modificare) le evidenze storiche e naturalistiche presenti all’interno dei territori di: Pisa – Collesalvetti (LI), Crespina Lorenzana (PI) – Casciana Terme Lari (PI) – Terricciola (PI) – Lajatico (PI) – Volterra (PI) – Casole d’Elsa (SI) – Colle di Val d’Elsa (SI) – Monteriggioni (SI) – Sovicille (SI) – Monteroni d’Arbia (SI) – Murlo (SI).

Il percorso fin ora studiato è frutto di ricognizioni sul campo e studio cartografico (svolto negli anni 2017- 2018) per ottenere una traccia il più possibile compatibile con le esigenze escursionistiche:

  • divisione in varie tappe (non si superano i 20 km a tappa)
  • calcolo delle pendenze del terreno per ottenere un percorso accessibile a tutte le categorie turistiche
  • vicinanza ad aree di sosta, strutture ricettive e strutture mediche

I viaggiatori saranno supportati dalle tracce GPS create dai progettisti e dalla segnaletica direzionale inserita in loco (in nessun caso inserita all’interno di strade private o siti archeologici).

Le evidenze etrusche

Lungo il percorso è possibile entrare in contatto con evidenze archeologiche, collegate esclusivamente in modalità escursionistica:

TRATTO VOLTERRA – MURLO

Necropoli etrusca del Portone (Volterra), Tomba dell’Agresto (Casole d’Elsa), Necropoli etrusca di Dometaia (Colle di Val d’Elsa) n.b visitabile su appuntamento tramite il Gruppo Archeologico Colligiano, necropoli etrusca di Poggio alla Fame/ Scarna (Monteriggioni), Tumulo di Mucellena (Casole d’Elsa), Necropoli etrusca di Malignano (Sovicille).

TRATTO PISA – VOLTERRA

Tumulo del principe etrusco (Pisa), Ipogei del Belvedere e dell’annunziata (Terricciola)

Via sacra etrusca

I musei archeologici

Fondamentale, per rendere completo il pacchetto turistico, e per fornire informazioni ufficiali, risulta la segnalazione dei musei archeologici presenti lungo il percorso:

TRATTO VOLTERRA-MURLO

Museo Guarnacci (Volterra), Museo Civico, Archeologico e della Collegiata (Casole d’Elsa),Museo archeologico “Ranuccio Bianchi Bandinelli” (Colle di Val d’Elsa) nb. “in fase di riapertura”, Antiquarium di Poggio Civitate (Murlo).

TRATTO PISA-VOLTERRA

Museo delle Navi Antiche di Pisa (Pisa), Mostra archeologica “etruschi a Parlascio” (esposizione permanente – Casciana Terme),

Le evidenze naturalistiche

Il percorso attraverserà le seguenti evidenze naturalistiche:

TRATTO VOLTERRA-MURLO

Foresta di Berignone/Tatti: riserva naturalistica – Montagnola Senese: sito di interesse comunitario Val di Merse: sito di interesse comunitario – Crete Senesi

​TRATTO PISA-VOLTERRA

Oasi della Contessa: riserva naturale provinciale (LI)* visitabile su prenotazione – Parco provinciale dei Monti Livornesi

Percorso della Via sacra etrusca

Obiettivi del progetto

  • Riscoprire e favorire la conoscenza dei beni archeologici e naturalistici presenti lungo il percorso
  • promuovere il turismo lento tramite eventi ma soprattutto trekking e camminate storico/culturali e MTB
  • Installazione di una segnaletica direzionale comune, che renda il percorso un “pacchetto omogeneo” condiviso dalle comunità che risiedono nel territorio e facilmente leggibile dai turisti.
  • Collaborazioni con associazioni, pro loco, guide turistiche, cooperative archeologiche, musei, scuole, strutture ricettive, tour operator, per rendere completa l’offerta turistica.
  • Sviluppo di una guida cartacea e virtuale.
  • Ampliamento successivo del percorso verso, Buonconvento, Asciano, Sarteano, Chiusi per arrivare verso le mete definitive Orvieto, Bolsena, Tarquinia e Bomarzo.

+INFO: per saperne di pi. visita questo sito

TORNA ALLA MAPPA DEGLI ITINERARI D’ITALIA

Condividi con amici e follower...

SEMPRE INFORMATA/O!

Per rimanere aggiornata/o sulle novità di SIMTUR (eventi, progetti, attività, notizie dai territori), non dimenticare di seguire la pagina Facebook.
Il bottone “Mi piace” è importante ma non più sufficiente: è necessario cliccare sui 3 puntini e spuntare la voce “Segui“.

Segui SIMTUR su Facebook

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

E’ sufficiente inserire l’indirizzo e-mail nell’apposito modulo e accettare la privacy policy per iniziare a ricevere la newsletter di SIMTUR.
Se ti fa piacere, puoi anche iscriverti al canale Telegram. È gratis e puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento, senza impegno…

notizie connesse…