Far rinascere Stupinigi: un’opportunità per Torino, per il Piemonte e per il Paese

PUBBLICATO IN DATA

26 Novembre 2021

NUMERO DI LETTORI

174

Scuola di turismo rurale

NOTIZIE PER CATEGORIE

eBook "Piccole Patrie"

Profili professionali

Board nazionale degli Itinerari, delle Rotte, dei Cammini e delle Ciclovie
CONDIVIDI

Per sollecitare e sostenere un intervento di recupero della splendida palazzina di caccia di Stupinigi, con la sua meravigliosa area verde e agricola, è nato il coordinamento “Amici di Stupinigi” che riunisce varie associazioni, tra cui anche SIMTUR.

Stupinigi non è solo la bellissima palazzina di caccia, gioiello dell’architettura settecentesca dello Juvarra, inserita nel patrimonio Unesco, che fortunatamente ha già potuto contare su importanti interventi di recupero e manutenzione: è anche un importante parco di 1.612 ettari, con ampie superfici boschive e aree ancora impegnate nell’attività agricola. Stupinigi è anche il Concentrico delle Cascine, prospiciente la Palazzina, con altri edifici annessi come ad esempio la Chiesa (ormai chiusa da tempo) e i Castelli di Castelvecchio e di Parpaglia, che giacciono in grave stato di abbandono.

Purtroppo tutto questo complesso naturale e architettonico di pregio è in buona parte vuoto e abbandonato per l’assenza di interventi di manutenzione. Non mancano gli studi, le ricerche, i progetti che hanno impegnato diversi professionisti e consulenti nel corso di quasi vent’anni e che hanno generato delibere, piani urbanistici – tutti in larga parte condivisibili – che però non hanno portato all’apertura di cantieri, né hanno prodotto lo sviluppo di quelle attività artigianali, commerciali e di servizio tanto auspicate.

Senza dimenticare che l’area rappresenta uno spazio unico per garantire la salvaguardia e la protezione di un importante patrimonio di biodiversità florofaunistica ancora presente, come testimoniano i diversi studi condotti negli anni passati.

Anche la pedonalizzazione dell’area, primo intervento indispensabile per rendere possibile e fruibile il recupero degli immobili, procede a rilento mentre sarebbe da incrementare lo sviluppo della rete cicloturistica, creando ciclabili sicure e servite da apposite stazioni di servizio, collegate a spazi dedicati alla manutenzione e al noleggio, attrezzate con aree di sosta, di ricarica (cellulari, e-bike), con servizi di ristoro garantito da fontanelle e distributori automatici riforniti con alimenti naturali prodotti nel territorio.

Stupinigi potrebbe rappresentare un intervento veramente “green, con sicuri ritorni economici e occupazionali e con ricadute positive per Torino e per l’intera area metropolitana, scongiurando anche i mai sopiti “appetiti immobiliari” e speculativi che continuano a erodere gli spazi verdi prossimi alla città.

L’insediamento di attività artigianali e commerciali, nonché servizi per il tempo libero e per il turismo, con possibilità di visite e passeggiate naturalistiche a piedi o in bicicletta, attirerebbe visitatori provenienti anche al di fuori dell’area metropolitana.

Per sollecitare e sostenere il progetto di recupero dell’area in questione, chiedendo agli enti competenti precisi impegni e programmi di intervento, è nato il coordinamento “Amici di Stupinigi” che riunisce varie Associazioni: ALEX APS,  ANAB,  Amici della Fondazione Ordine Mauriziano,  FIAB TO – Bici e Dintorni,  DSF – Docenti Senza Frontiere, SIMTUR, ItaliaBio,  Pro Natura Torino, Legambiente metropolitano, UNI.VO.CA.


Chi volesse aderire all’iniziativa, o inviare proposte e suggerimenti, può scrivere a: amici.stupinigi@gmail.com  o connettersi alla pagina Facebook.

 

Condividi con amici e follower...

SEMPRE INFORMATA/O!

Per rimanere aggiornata/o sulle novità di SIMTUR (eventi, progetti, attività, notizie dai territori), non dimenticare di seguire la pagina Facebook.
Il bottone “Mi piace” è importante ma non più sufficiente: è necessario cliccare sui 3 puntini e spuntare la voce “Segui“.

Segui SIMTUR su Facebook

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

E’ sufficiente inserire l’indirizzo e-mail nell’apposito modulo e accettare la privacy policy per iniziare a ricevere la newsletter di SIMTUR.
Se ti fa piacere, puoi anche iscriverti al canale Telegram. È gratis e puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento, senza impegno…

notizie connesse…