Restauro e valorizzazione dell’architettura e del paesaggio rurale

PUBBLICATO IN DATA

30 Maggio 2022

NUMERO DI LETTORI

192

10 azioni che possono cambiare il mondo

NOTIZIE PER CATEGORIE

eBook "Piccole Patrie"

Profili professionali

Board nazionale degli Itinerari, delle Rotte, dei Cammini e delle Ciclovie
CONDIVIDI

Avviati in tutte le Regioni i bandi per il restauro e la valorizzazione dell’architettura e del paesaggio rurale previsti dal PNRR: ristrutturare gli edifici storici per rigenerare le periferie, restituire dignità alle aree periurbane e dare vita a nuovi motivi di attrazione nelle campagne. Di tutta Italia.

L’investimento si pone l’obiettivo di valorizzare gli edifici storici rurali al fine di incrementare l’afflusso di turisti nelle aree periferiche del Paese, ma anche di migliorare la tutela del paesaggio circostante, ristrutturando edifici abbandonati o degradati per generare nuova occupazione qualificata, ridurre le disparità regionali e alleviare l’impatto della crisi, anche grazie alla valorizzazione dell’artigianato e dei prodotti agricoli locali.

Che tipo di progetto? Su quale tipo di immobili?

Le proposte progettuali dovranno stimolare un processo sistematico di riqualificazione degli edifici rurali storici e di tutela del paesaggio, sia di proprietà o gestione ad enti privati che a enti del terzo settore: molti edifici rurali e strutture agricole, infatti, hanno subito un progressivo processo di abbandono, degrado e alterazione che ne ha minato i caratteri distintivi e il rapporto con l’ambiente circostante.
Il provvedimento, ripristinando il patrimonio edilizio rurale, migliora la qualità del paesaggio rurale restituendo alla collettività un patrimonio edilizio sottoutilizzato e non accessibile al pubblico e che invece – tornato in dotazione alla comunità – potrà essere reinserito nel tessuto economico e sociale del territorio, valorizzando le peculiarità, le identità e le tradizioni locali.

In coerenza con gli obiettivi di tutela del patrimonio culturale e degli elementi caratteristici dei paesaggi rurali, si potranno progettare interventi su edifici rurali, mulini ad acqua o a vento, frantoi, caseifici, scuole rurali, fienili, ricoveri, stalle, essiccatoi, forni, abbeveratoi, ponti, muretti a secco e simili che non sono stati irreversibilmente alterati nell’impianto tipologico originario, nelle caratteristiche architettonico-costruttive e nei materiali tradizionali impiegati potranno tornare a nuova vita.

Obiettivi della misura

Gli obiettivi della misura sono pienamente compatibili e integrabili con il programma nazionale «piccole patrie”: 

  • riqualificare il territorio e renderlo quindi più sicuro, verde e vivibile per tutti
  • riportare le aree periferiche del Paese al centro dei flussi turistici;
  • creare nuovi posti di lavoro, sia in ambito culturale che turistico;
  • valorizzare la produzione artigianale locale e creare nuovi poli economici e sociali.

 

Paesaggio e architettura rurale

La dotazione finanziaria

Saranno quasi 4.000 i progetti che potranno ricevere i finanziamenti assegnati dalle Regioni sul fondo di complessivi 600 milioni di euro stanziati dal Ministero della Cultura nell’ambito della Missione “Digitalizzazione, innovazione, competitività, cultura e turismo“, Componente “Turismo e Cultura 4.0“.

Il contributo è concesso fino ad un massimo di 150.000 euro come forma di cofinanziamento per un’aliquota dell’80%. Il contributo è portato al 100% se il bene è oggetto di dichiarazione di interesse culturale.

Le misure del fondo disponibile varieranno a seconda della Regione. La concessione del contributo sarà determinata da un’apposita Commissione nominata dalla Regione stessa, con la presenza di un rappresentante designato dal Ministero.

I link ai bandi delle singole Regioni

REGIONI LINK AVVISO REGIONALE
Abruzzo https://www.regione.abruzzo.it
Basilicata https://www.regione.basilicata.it
Calabria https://www.regione.calabria.it
Campania https://www.territorio.regione.campania.it
Emilia Romagna https://patrimonioculturale.regione.emilia-romagna.it
Friuli Venezia Giulia https://www.regione.fvg.it
Lazio https://progetti.regione.lazio.it
Liguria https://www.regione.liguria.it
Lombardia https://www.bandi.regione.lombardia.it
Marche https://www.regione.marche.it
Molise https://www.regione.molise.it
PA Bolzano https://www.provincia.bz.it
PA Trento https://www.provincia.tn.it
Piemonte https://www.regione.piemonte.it
Puglia http://www.regione.puglia.it
Sardegna https://www.regione.sardegna.it
Sicilia https://www.regione.sicilia.it
Toscana http://www301.regione.toscana.it
Umbria https://www.regione.umbria.it
Valle d’Aosta https://www.regione.vda.it
Veneto https://bandi.regione.veneto.it

Condividi con amici e follower...

SEMPRE INFORMATA/O!

Per rimanere aggiornata/o sulle novità di SIMTUR (eventi, progetti, attività, notizie dai territori), non dimenticare di seguire la pagina Facebook.
Il bottone “Mi piace” è importante ma non più sufficiente: è necessario cliccare sui 3 puntini e spuntare la voce “Segui“.

Segui SIMTUR su Facebook

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

E’ sufficiente inserire l’indirizzo e-mail nell’apposito modulo e accettare la privacy policy per iniziare a ricevere la newsletter di SIMTUR.
Se ti fa piacere, puoi anche iscriverti al canale Telegram. È gratis e puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento, senza impegno…

notizie connesse…