L’agricoltura dell’era digitale: Farmitoo e Convivalia

PUBBLICATO IN DATA

9 Giugno 2022

NUMERO DI LETTORI

54

Scuola di turismo rurale

NOTIZIE PER CATEGORIE

eBook "Piccole Patrie"

Profili professionali

Board nazionale degli Itinerari, delle Rotte, dei Cammini e delle Ciclovie
CONDIVIDI

Come l’intera società in cui viviamo, anche l’agricoltura sta entrando nell’era digitale. E non si tratta solo di tecniche di elaborazione computerizzate o dell’uso di specifiche tecnologie di monitoraggio sui campi.

I contadini moderni sono in generale molto connessi. Secondo lo studio Agrinautes pubblicato in Francia a febbraio 2021 e condotto da Terre-net e La France Agricole, l’86% di loro consulta quotidianamente Internet e il 70% acquista online, anche se la maggior parte dei loro acquisti viene effettuata ancora fisicamente. Almeno fino a oggi.

Eppure qualcosa sta letteralmente rivoluzionando la transizione verso le aziende agricole del futuro, anche nel mercato delle macchine agricole. La prova è nel grande successo di Farmitoo il negozio agricolo online, che consente agli agricoltori di accedere a un vastissimo catalogo di attrezzature agricole di piccole e medie dimensioni ai migliori prezzi, consegnate direttamente nella loro azienda agricola.

La storia di Farmitoo è un caso di studio molto interessante per capire i motivi per cui anche i contadini stanno iniziando ad acquistare online.
Creata nel 2018 da 4 imprenditori innovativi, l’azienda, è in continua evoluzione e oggi vende i suoi prodotti in ben 7 Paesi (Francia, Belgio, Italia, Spagna, Germania, Austria e Paesi Bassi): con oltre 150.000 prodotti disponibili tra 1500 marchi, si posiziona come alternativa online al commercio agricolo fisico e mira a diventare il punto di riferimento europeo per l’acquisto di attrezzature agricole per tutti gli agricoltori (coltivatori di cereali, allevatori, viticoltori, ecc.).

L’obiettivo iniziale era quello di aiutare gli agricoltori facendo loro risparmiare tempo e denaro. L’acquisto online infatti è in media il 20% più economico dei concorrenti (studio realizzato in Francia su 37 concorrenti e un campione di 23.000 prodotti) e garantisce gli stessi prezzi per tutti. Offre poi un prezioso risparmio di tempo per i professionisti del settore, offrendo consegne rapide grazie ad un’ottima linea logistica.

«Stimiamo che i nostri prezzi siano tra il 10 e il 15% più economici rispetto alla rete fisica e fino al 20% più bassi dei nostri concorrenti online. Vogliamo diventare molto più di un sito di vendita di attrezzature agricole. Per esempio, vogliamo offrire una serie di servizi ai nostri clienti agricoltori e fornitori (servizi post-vendita, finanziamento dell’acquisto dei prodotti, ecc.), creare una forte comunità e permettere agli agricoltori di scambiarsi le migliori pratiche e confrontare le loro tecniche. La nostra visione: diventare lo spazio di riferimento per gli agricoltori».

La prova provata che l’e-commerce funziona se mette sempre al centro il contatto diretto, consentendo al contadino di acquistare attrezzature e macchine agricole con un semplice click.

La nascita della rete Convivalia

La rete nazionale Convivalia nasce all’inizio del 2022 per organizzare la “Filiera Conviviale Italiana“, collegata all’esperienza dei Distretti del Cibo BioSlow (nati dall’incontro tra ItaliaBio, SIMTUR e Sharryland).

Convivalia è un sistema innovativo di filiera corta che mira a favorire:

  • l’incontro diretto tra produttori locali e consumatori consapevoli;
  • l’organizzazione di livello nazionale, regionale e territoriale;
  • la cultura di rete tra gli imprenditori agricoli e gli operatori del turismo.

Convivalia - la filiera corta e digitale

Attraverso i “Convivium”, la rete crea un sistema di distribuzione alternativo e sostenibile finalizzato a:

  • garantire un cibo fresco, locale e di stagione ad un prezzo equo;
  • dare il giusto riconoscimento economico al lavoro degli agricoltori (e dei pastori);
  • organizzare una catena di approvvigionamento condivisa.

Convivalia condivide le finalità del manifesto BioSlow:

  • la nascita di comunità consapevoli di agricoltori, artigiani del cibo, cuochi e consumatori;
  • la cultura alimentare, l’agricoltura sostenibile, il cibo locale, fresco e di stagione;
  • la sostenibilità, il rispetto per l’ambiente e per le identità locali, la qualità della vita;
  • la transizione digitale e l’uso di strumenti digitali per lo sviluppo sostenibile degli operatori.

Per saperne di più, non esitare ad entrare in contatto!

Condividi con amici e follower...

SEMPRE INFORMATA/O!

Per rimanere aggiornata/o sulle novità di SIMTUR (eventi, progetti, attività, notizie dai territori), non dimenticare di seguire la pagina Facebook.
Il bottone “Mi piace” è importante ma non più sufficiente: è necessario cliccare sui 3 puntini e spuntare la voce “Segui“.

Segui SIMTUR su Facebook

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

E’ sufficiente inserire l’indirizzo e-mail nell’apposito modulo e accettare la privacy policy per iniziare a ricevere la newsletter di SIMTUR.
Se ti fa piacere, puoi anche iscriverti al canale Telegram. È gratis e puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento, senza impegno…

notizie connesse…