SIMTUR nasce per offrire concretezza a quell’insieme articolato e composito di intendimenti che si sentono spesso esprimere a favore della tutela del patrimonio ambientale e culturale, degli stili di vita nelle aree urbane, della qualità dei territori, dei paesaggi, delle aree interne, delle geografie minori e della promozione di uno sviluppo sostenibile.

Dare sostanza a questi orientamenti, per i soci fondatori, ha significato concentrarsi sul riconoscimento delle figure professionali più innovative, spesso ancora non legittimate da un quadro normativo adeguato, da repertori formativi o da percorsi accademici.
Si tratta di figure trasversali, con competenze multidisciplinari e orientamenti non classificabili tradizionalmente, con un forte orientamento all’integrazione degli approcci e dei modelli e – soprattutto – con una logica di rete e di sinergia.

I grandi temi di SIMTUR

Le azioni di SIMTUR – a livello centrale e attraverso le sue diverse articolazioni territoriali – non si limitano infatti al centro studi e all’attività formativa ma spaziano dall’attivazione di campagne alla progettazione europea, dalla redazione di proposte di legge a iniziative editoriali, dalle raccolte di firme a interventi sul campo, allo sviluppo di partenariati e reti di scopo.

In altre parole, crediamo nel capitale umano e rafforziamo le competenze professionali come forma di investimento nel futuro del Paese. Per valorizzare paesaggi, luoghi e risorse territoriali. Per offrire sostegno a realtà considerate “minori” o marginali. Per connettere storie e geografie. E tutto questo attraverso le discipline della mobilità: una mobilità pulita, efficiente, condivisa, connessa, intelligente e sempre centrata sulla persona.

Proponiamo a tutte ed a tutti di prendere un impegno comune su questi temi:

Ogni link conduce alla relativa pagina sul sito del Centro studi SIMTUR:

mobilità e trasporti

città intelligenti

innovazione sociale

economia circolare

turismo sostenibile