Settimana della mobilità dolce

La settimana di SIMTUR, nell'ambito della settimana europea della mobilità: aderisci e partecipa in una delle numerose piazze italiane dove cammineremo e pedaleremo insieme, anche per raccogliere firme per la "carta internazionale del camminare"

European Mobility Week

Verso un futuro sostenibile

Eventi ed escursioni

Camminiamo e pedaliamo

Animiamo le piazze

Con la mobilità dolce

Raccogliamo firme

Carta del Camminare

Cambiamo per andare. Assieme.

Dal 16 al 22 settembre, la Settimana europea della Mobilità, anche quest’anno punta i riflettori sulle città e sui territori, dimostrando i vantaggi della sostenibilità per la nostra salute, il nostro ambiente e per l'economia! Senza dimenticare che le città che promuovono la mobilità dolce ​​sono meno congestionate, consentono una migliore qualità della vita, sono più attraenti e sviluppano turismo sostenibile. A settembre, attiviamo varie piazze d'Italia, se riusciamo a darci una mano. Magari anche la tua...

La Settimana Europea della Mobilità, giunta quest’anno alla 18a edizione, è ormai diventata un appuntamento fisso e irrinunciabile per tutte le amministrazioni e per tutti i cittadini che si vogliono impegnare sulla strada della sostenibilità e del miglioramento della qualità della vita delle nostre città.
Ciascun anno, infatti, dal 16 al 22 settembre migliaia di città e milioni di cittadini europei festeggiano la mobilità sostenibile e lanciano un messaggio di cambiamento e di rinnovamento dei nostri stili di vita.

Oltre 3.000 città in Europa aderiscono all'iniziativa, ma soltanto 100 dall'Italia. Per questo motivo nasce la "Settimana della mobilità SIMTUR": per accompagnare gli enti locali del nostro Paese ad adottare misure a favore della mobilità sostenibile e della qualità della vita!

ISTITUITA NEL

2002

In Italia la Settimana della Mobilità sostenibile è promossa dal Ministero dell’Ambiente.

CITTÀ PARTECIPANTI

3.000

Possono partecipare alla Settimana Europea della Mobilità tutti i Comuni dei 28 Paesi UE.

CITTÀ ITALIANE

103

All’organizzazione degli eventi possono partecipare enti pubblici, associazioni, scuole e imprese.

E LA TUA CITTÀ?