La mobilità rappresenta un settore innovativo, multidisciplinare, dinamico e in continua evoluzione. Non è sempre facile orientarsi tra i corsi di formazione e le opportunità per acquisire competenze finalizzate ad una specializzazione, dal momento che la figura non è ancora inquadrata dal MIUR nel repertorio delle professioni con un quadro omogeneo di competenze in uscita.

A macchia di lepardo, qui e là per il Paese, sono comunque presenti Corsi di specializzazione, di Alta formazione e Master che SIMTUR riconosce per le finalità dei propri Registri nazionali.

Corso ITS di specializzazione in turismo lento e sostenibile (Lecce)

ITS Lecce - Turismo lento e sostenibile

Un percorso formativo biennale che costituisce un’offerta multidisciplinare in grado di fornire modelli conoscitivi e strumenti di management avanzati che consentono di progettare, implementare, governare e animare itinerari culturali, ciclovie e cammini offrendo accoglienza turistica legata alla mobilità dolce.

Le competenze acquisite consentono di svolgere attività di consulenza a sostegno di processi decisionali di organizzazioni pubbliche e private nella infrastrutturazione di percorsi di mobilità dolce, di piani per la mobilità sostenibile e di mobility management, di costruzione di servizi e attività di promozione e marketing, assumendo ruoli di direzione e gestione nelle imprese, tour operator specializzati, organizzazioni che operano in collaborazione con il sistema turistico pubblico impegnate in progetti di sviluppo locale.

Il percorso affronta anche il tema dell’imprenditorialità e consulenza al settore pubblico e privato, attraverso l’utilizzo e la valorizzazione di metodi ed approcci innovativi legati alle nuove tecnologie, favorendo l’apprendimento delle metodologie proprie anche della progettazione europea.

+INFO: www.itsturismopuglia.gov.it


Corso di laurea magistrale in Scienze per il Paesaggio (Padova)

UNIPD - Scienze per il paesaggio

L’importanza che il paesaggio riveste per la qualità della vita, per l’attrattività dei luoghi e delle produzioni, per la rivitalizzazione delle aree marginali, per la mobilità dolce, per la crescita culturale e il benessere delle popolazioni è oggi riconosciuta e condivisa. Essa richiede competenze nuove, che sappiano integrare i temi complessi della tutela con quelli dello sviluppo, della promozione e della sensibilizzazione, a partire da una solida base di conoscenze delle caratteristiche dei paesaggi e delle loro rappresentazioni. 

Pienamente inserito nella più aggiornata prospettiva internazionale degli studi sul paesaggio, l’itinerario didattico segue le indicazioni della Declaration of Higher Education on Landscape.

Le competenze del laureato in Scienze per il Paesaggio sono richieste presso soggetti pubblici, privati o del privato sociale nei seguenti ambiti:

  • supporto ai processi di tutela, pianificazione e gestione del paesaggio;
  • valorizzazione e promozione del paesaggio in ambito turistico, ricreativo, produttivo;
  • promozione della cultura del paesaggio e di processi di cittadinanza attiva in ambito comunicativo, educativo e partecipativo.

+INFO: www.dissgea.unipd.it


Master in turismo responsabile e sostenibile (Roma e Milano)

Master in Turismo Responsabile

La crisi ambientale, i fenomeni di overtourism e la più recente emergenza causata da Covid-19, impongono un unico approccio alla formazione turistica degli operatori del terzo millennio, definitivamente improntato alla sostenibilità. I nuovi professionisti del turismo dovranno essere in grado di coniugare lo sviluppo turistico che la conservazione del patrimonio ambientale, culturale e sociale che è la ricchezza accumulata dall’umanità nel corso della sua evoluzione. Oltre a questo un’altra emergenza dovrà essere responsabilità dei nuovi operatori turistici, quella di educare al viaggio, una nuova pedagogia basata sul rispetto che dovrà divenire bagaglio culturale di ogni viaggiatore.

Il Master è progettato per sviluppare nei partecipanti le competenze operative, manageriali, informatiche necessarie per la costruzione di viaggi, di cataloghi turistici, che siano strutturati in modo da garantire al viaggiatore la giusta esperienzialità, la sicurezza e l’assistenza durante le diverse fasi del viaggio.

Il candidato ideale ama programmare viaggi nel rispetto dell’ambiente e delle popolazioni visitate. Considera il viaggio come un mezzo per aumentare la consapevolezza, l’importanza e il rispetto delle diversità culturali. È consapevole che il turismo sostenibile sia uno dei veicoli fondamentali per difendere l’integrità del territorio e l’unicità culturale delle comunità locali, patrimonio materiale e immateriale da preservare per le nuove generazioni.

+INFO: www.accademiacreativaturismo.it


Master in Reportage di Viaggio (Roma)

Master in Reportage di Viaggio

L’operatore che il Master dell’Università di Roma Tor Vergata intende formare – o perfezionare – sarà in grado di progettare, sviluppare e finalizzare un reportage di viaggio di varie tipologie e stili: dal reportage turistico divulgativo a quello più narrativo, fino a blog e Social Media) attraverso scrittura e fotografia e di presentare il proprio lavoro a possibili interlocutori futuri (riviste, case editrici, agenzie fotografiche, siti, ecc.).

Il Master in Reportage di Viaggio ha la finalità di fornire strumenti per raccontare il viaggio, porzioni di mondo vicine e lontane, e far acquisire e perfezionare conoscenze interdisciplinari che spaziano dalla geografia all’antropologia fino alla letteratura.

+INFO: www.baicr.it