Con la costituzione dell’Associazione Europea dei Viaggi di Goethe e del Grand Tour, prosegue il percorso di progettazione di un grande itinerario culturale.

Dopo il bicentenario della pubblicazione del libro “Viaggio in Italia” di Johann Wolfgang von Goethe, pubblicato tra il 1816 e il 1817, le 72 località italiane – paesi, città, aree archeologiche e persino isole – narrate dal saggio dell’intellettuale tedesco nel suo straordinario itinerario, continuano a riconoscersi nei ritratti che già stimolarono nell’Ottocento l’intenso traffico di artisti e intellettuali attratti dal “Grand Tour”.

Nell’iniziativa sono coinvolti anche luoghi meno noti, borghi, luoghi di fede e vie consolari, con l’obiettivo di recuperare un rapporto tra storia e identità dei luoghi con i modelli di sviluppo compatibili con l’ambiente e il benessere delle comunità locali, per candidare l’Itinerario Europeo al Consiglio d’Europa e garantire la tutela e valorizzazione dei territori attraversati. Ma anche realizzare una rete stabile di partenariato europeo per partecipare attivamente alla Programmazione comunitaria.

GOETHE / GRAND TOUR

Itinerario culturale europeo

Itinerario culturale europeo

L’Associazione Europea ha stabilito la propria sede presso la Locanda Martorelli, già Museo del Grand Tour, grazie al voto unanime del Consiglio comunale della Città di Ariccia. L’edificio storico, che affaccia sulla centralissima e spettacolare Piazza di Corte del borgo dei Castelli Romani, è testimonianza viva del periodo degli ottocenteschi viaggi culturali, frequentata da numerosi pittori e letterati dell’epoca.

Un nuovo «viaggio in Italia», per l’Italia e per l’Europa

Una grande opportunità per diversificare l’offerta culturale e turistica, per contribuire a realizzare una stabile crescita economica e sociale attraverso l’integrazione dei molteplici e stupendi fattori naturali, paesaggistici e artistici dell’intero Paese, dalle Alpi alla Sicilia, in una relazione costruttiva con paesi europei quali Germania, Austria, Repubblica Ceca, Svizzera e Liechtenstein.

Mappa dell’itinerario europeo

Le tappe del “Viaggio in Italia”

Il viaggio di Goethe in Italia durò quasi due anni – dal 3 settembre 1786 al 18 giugno 1788 – cioè un anno, nove mesi e quindici giorni. Trascorse la maggior parte del tempo a Roma (il primo soggiorno durò quattro mesi, il secondo quasi dieci mesi). Ecco le date per ripercorrere interamente il suo lungo viaggio.

04 settembre 1786 Zwota
04 settembre 1786 Karlovy Vary
04 settembre 1786 Tirschenreuth
05 settembre 1786 Ratisbona
06 settembre 1786 Monaco di Baviera
07 settembre 1786 Mittenwald
08 Settembre 1786 Passo del Brennero
10 settembre 1786 Bolzano
11 settembre 1786 Bressanone
11 settembre 1786 Vipiteno
11 settembre 1786 Trento
11 settembre 1786 Rovereto
12 settembre 1786 Torbole
13 settembre 1786 Malcesine
13 settembre 1786 Limone sul Garda
14 settembre 1786 Bardolino
14 settembre 1786 Verona
14 settembre 1786 Gargnano
14 settembre 1786 Bogliaco
14 settembre 1786 Cecina
14 settembre 1786 Toscolano Maderno
14 settembre 1786 Gardone Riviera
14 settembre 1786 Salve
19 settembre 1786 Vicenza
22 settembre 1786 Thiene
26 settembre 1786 Padova
28 settembre 1786 Venezia
09 ottobre 1786 Chioggia
09 ottobre 1786 Pellestrina
16 ottobre 1786 Ferrara
17 ottobre 1786 Cento
18 ottobre 1786 Bologna
20 ottobre 1786 Modena
21 ottobre 1786 Loiano
22 ottobre 1786 Giredo (Ponte Ghiereto)
22 ottobre 1786 Barberino di Mugello
23 ottobre 1786 Firenze
25 ottobre 1786 Arezzo
25 ottobre 1786 Assisi
25 ottobre 1786 Perugia
26 ottobre 1786 Foligno
27 ottobre 1786 Terni
27 ottobre 1786 Spoleto
28 ottobre 1786 Civita Castellana
01 novembre 1786 Roma
15 novembre 1786 Frascati
15 dicembre 1786 Rocca di Papa
15 dicembre 1786 Castel Gandolfo
15 dicembre 1786 Ariccia
15 dicembre 1787 Marino
15 dicembre 1786 Genzano di Roma
22 febbraio 1787 Albano Laziale
22 febbraio 1787 Terracina
22 febbraio 1787 Velletri
22 febbraio 1787 Sezze
23 febbraio 1787 Fondi
24 febbraio 1787 Formia
24 febbraio 1787 Sessa Aurunca
24 febbraio 1787 Gaeta
24 febbraio 1787 Itri
25 febbraio 1787 Capua
25 febbraio 1787 Napoli
02 marzo 1787 Isola di Capri
11 marzo 1787 Pompei
12 marzo 1787 Montecassino
13 marzo 1787 Castellammare di Stabia
13 marzo 1787 Torre Annunziata
13 marzo 1787 Portici
14 marzo 1787 Caserta
18 marzo 1787 Ercolano
23 marzo 1787 Cava dei Tirreni
24 marzo 1787 Paestum
29 marzo 1787 Posillipo
30 marzo 1787 Ischia
31 marzo 1787 Ustica
02 aprile 1787 Palermo
04 aprile 1787 Bagheria
08 aprile 1787 Alcamo
18 aprile 1787 Monreale
20 aprile 1787 Tempio di Segesta
21 aprile 1787 Castelvetrano
23 aprile 1787 Sciacca
23 aprile 1787 Agrigento
23 aprile 1787 Montallegro
23 aprile 1787 Caltabellotta
27 aprile 1787 Enna
28 aprile 1787 Cammarata
28 aprile 1787 Caltanissetta
29 aprile 1787 Calascibetta
02 maggio 1787 Catania
03 maggio 1787 Nicolosi
03 maggio 1787 Trapani
05 maggio 1787 Acireale
06 maggio 1787 Taormina
07 maggio 1787 Messina
13 maggio 1787 Selinunte
14 maggio 1787 Sorrento
01 giugno 1787 Portici
16 giugno 1787 Tivoli
19 ottobre 1786 Paderno
28 ottobre 1787 Narni
30 ottobre 1787 Otricoli
24 aprile 1788 Roma
27 aprile 1788 Siena
29 aprile 1788 Firenze
12 maggio 1788 Bologna
22 maggio 1788 Milano
28 maggio 1788 Como
3 giugno 1788 Costanza
13 giugno 1788 Norimberga
18 giugno 1788 Weimar

Per essere parte del cambiamento non è necessario essere eroi.

SIMTUR è un ecosistema nazionale di appassionati e professionisti: persone comuni ma determinate. Unisciti a noi.

Porta il tuo contributo, condividi le tue idee, attivati e diventa subito protagonista.

Diventa associato