50% di mobilità ciclistica e 50% di mobilità sospinta da energie rinnovabili

La visione SIMTUR Visio2050 si traduce in una campagna permanente volta a realizzare un’economia prospera, competitiva e inclusiva, a impatto climatico zero: lavoriamo assieme perché l’Italia possa avere un ruolo guida nella cura della casa comune, investendo in soluzioni tecnologiche innovative ma realistiche, azzerando le emissioni climalteranti, coinvolgendo i cittadini e armonizzando gli interventi per garantire equità sociale per una transizione giusta.

La campagna sostiene l’esigenza di politiche pubbliche mirate a:

  • adottare una mobilità pulita, sicura, connessa, condivisa e «on demand»;
  • sostenere un’urbanistica rigenerativa degli spazi pubblici che privilegi piste ciclabili e percorsi pedonali sicuri, traiettorie di «ecomobilità personale» e trasporti pubblici «puliti»;
  • incentivare la transizione ecologica con stimoli e incentivi all’adozione di stili di vita e di trasporto attivi e privi di emissioni;
  • favorire l’impiego dell’elettricità e delle energie rinnovabili per decarbonizzare;
  • sviluppare infrastrutture di rete «smart», intelligenti e interconnesse;
  • riconoscere l’economia circolare come fattore chiave della competitività e della riduzione delle emissioni di gas a effetto serra.

Due modalità semplicissime per aderire:

ADESIONE INDIVIDUALE

ADESIONE COLLETTIVA

  • entrare in contatto manifestando la volontà di aderire come associazione, comitato, cooperativa, consorzio o altro ente collettivo, pubblico o privato;
  • richiedere il media kit e impegnarsi a diffondere la visibilità della campagna attraverso i propri strumenti di comunicazione.
Mobilità elettrica
Mobilità ciclabile
Mobilità idrogeno
SIMTUR love bicycle

Un pianeta più pulito. Per tutti.

SIMTUR love bicycle!

L’impatto che la bicicletta può avere sulla nostra società è duplice. Da una parte essa ha effetti diretti sull’economia, come è stato dimostrato da diversi studi e statistiche degli ultimi anni. Dall’altra parte, invece, esso migliora le condizioni di vita del singolo e della comunità, rendendo quindi la società più efficiente e produttiva.

L’importanza di questo antico ma ancora moderno mezzo di trasporto è evidente anche dalle parole dell’Unione Europea, che in Lussemburgo nel 2015 ha adottato la Dichiarazione sul ciclismo come mezzo di trasporto rispettoso del clima e dell’ambiente.

La bicicletta tradizionale, insieme ai modelli a pedalata assistita – con l’aumento del bike sharing – rappresentano la sfida di una rivoluzione economica basata sui principi della sostenibilità, in cui la produzione, il consumo e la progettazione degli spazi pubblici trovi sempre la persona al centro.

be green

Diventa associato per condividere nuove traiettorie di futuro!

Diventa Associato