Un sondaggio per misurare il sentiment di viaggio durante la pandemia

Posto che la priorità in questo momento è quella sanitaria e che ogni azione, anche dolorosa, deve essere finalizzata al contenimento e al rallentamento del contagio a livello globale, il apresente apparentemente immoto è comunque un tempo utile per programmare e pianificare un riavvio di sistema dopo il lockdown.

E’ con questo spirito che SIMTUR ha inteso realizzare un sondaggio per monitorare il sentiment di viaggio degli italiani, per fornire anche un quadro analitico delle prospettive ad un settore – quello del turismo e dei viaggi – che rischia più di altri di soffrire le conseguenze economiche, occupazionali e sociali della pandemia.

L’Organizzazione mondiale del Turismo presso le Nazioni Unite stima perdite di fatturato nei vari Paesi con percentuali comprese tra il 20 e il 30%. Se l’Italia si attestasse al 25%, oltre 10 miliardi di euro andrebbero in fumo.

La situazione attuale non consente di fare previsioni né di immaginare il futuro, nemmeno di breve periodo. Ma tempo può aanche essere utile per tentare di disegnare traiettorie che riducano quanto più possibile l’impatto che la pandemia provocherà nella filiera del settore turistico e, di conseguenza, nell’intero indotto.

Il questionario online intende ricavare dati – completamente anonimi e senza raccolta di alcuna informazione sensibile – relativi alla visione, ai desideri, alle prospettive e alle aspettative di vacanza della vicina estate e del futuro prossimo.

https://bit.ly/turismocovid

I contributi più amati dai lettori

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui